Storia di Ars Coquinaria

Il gruppo riunisce le persone che si occupano della preparazione di piatti che si ispirano a ricette medioevali originali. Ricette, che è bene dirlo, vengono leggermente riadattate ai palati moderni e non presentate pari pari. Si deve considerare che all’epoca i gusti delle pietanze erano contrastanti e andavano dall’agro, al dolce, al salato, molto speziato per i ricchi.

Il Gruppo lavora dietro le quinte, ma in questi vent’anni hanno aiutato a far conoscere la manifestazione e soddisfatto i palati di più di 6mila persone proponendo uno degli eventi più significativi del Medioevo a Valvasone: la fiabesca Cena Medievale. Una tradizione tra le più attese, che si tiene il sabato sera all’ex Convento dei Frati Serviti, strettamente interconnessa con il tema annuale della ricostruzione storica e la stessa rappresentazione teatrale. A riprova di questo, sia il titolo che i nomi delle pietanze inserite nel menu – composto per tradizione da sette portate – richiamano situazioni e personaggi delle singole rievocazioni. Quello che viene servito è frutto di un lungo e accurato lavoro che chiede mesi di preparazione per definire nei minimi dettagli ogni aspetto. Una volta messi insieme tutti gli elementi, ne esce un mix piacevole di antichi sapori che accontentano sia i palati esigenti che le persone che vogliono passare qualche ora di svago in compagnia.

A dare il via a questa avventura, nel 1993, fu un gruppo di signore della zona composto da Franca Truant, Olimpia Nocente, Manarin Argia, Gabriella Buran, Maria Teresa Crucianelli, Donatella Martinuzzi, Valeria Boscariol, Olimpia Dal Bo, Annamaria Dal Bo, Lorenza Dal Bo, Patrizia Rovere, Lovat, Luciana Dei Nadai, Maria Pistor, Adriana Zonta, e le componenti del gruppo ”Una famiglia per tutti”. Successivamente si aggiunsero Cristiana Milan e Valeria Nespolo. Oggi il Gruppo è composto da Antonietta “Daisy” Parise (capogruppo), Ivana Volpatti, Ines Fortin, Argia Manarin, Rosalina Valentinuzzi, Adriana Gri, Nerina Salvador, Gianfranco Culos, Michela Semeraro, Santina Vaccher, Katia Tedesco, Sandra Bono, Francesca Leschiutta, Giuliana Maurmair, Elena Biasutto, Nadia Catelan, Barbara Polo, Adriano Barabas. La Cena medioevale, nel corso degli anni, ha preso sempre più piede e ha reso necessario coinvolgere i presidenti del Grup Artistic Furlan e diverse persone che avevano il compito di formulare i menu (come ad esempio Marco Salvador) e testare le pietanze (tra cui Gianfranco Andreuzza) che poi sarebbero state servite il sabato sera.

Senza titolo-53

Senza titolo-30

Senza titolo-24