Scriptorium

scriptorium

In un capanno, riproducente lo scriptorium di un monastero, il benedettino spiega le fasi di costruzione di un manoscritto del ‘300.

Il tutto viene fatto con l’impiego di un leggio rotante e riproduzioni miniate su pergamena. A lato, c’è il telaio a corde per cucire i fogli. Alle spalle, ci sono i libri con l’evoluzione delle copertine. Alla fine della spiegazione, in carattere onciale, vengono scritti alcuni nomi dei presenti usando una penna d’oca. Al pubblico interessato vengono illustrati, sempre tramite miniature, i punti salienti, positivi (cultura-invenzioni) e negativi (inquisizione-peste), che hanno caratterizzato il secolo.